NU

Designers: Eleonora Raiteri & Samantha Oliva
Categoria: Industrial Design
Area Tematica: Eco Design – Outdoor – Indoor
Progetto: seduta richiudibile
Materiali: plastica riciclata – legno – acciaio
Dimensioni: aperta H70 x L58 x P65 – chiusa H70 x L14 x P65
Peso: 1,5 Kg

Il progetto

Riprogettare un oggetto di uso comune partendo dalle sue origini, elaborarlo per renderlo adatto al nostro stile di vita ed alle necessità del nostro tempo; questo è stato il nostro
obiettivo.
Ci è sembrato naturale focalizzare la nostra attenzione sul progetto di un elemento presente nella nostra vita in ogni momento della giornata: la sedia. Progettare quindi una seduta che, nella sua totale semplicità, possedesse elementi innovativi e fosse essa stessa, un elemento innovativo rimanendo però legata al suo passato.
Stare seduti è parte della nostra quotidianità, sono così tante le azioni che compiamo da seduti che è impossibile elencarle perché è impossibile contarle. Ci sediamo per lavorare, per riposare, per ridere in compagnia, per stare da soli a pensare, per mangiare, per guardare la televisione e per ammirare un tramonto…
La prima "sedia" di cui abbiamo notizia altro non è che una tavola di legno lunga e stretta che si appoggia su due assi verticali: la panca. La sua origine si perde nella notte dei tempi, originariamente si diffuse in tutta l'Europa e l'Asia ed aveva una peculiarità particolare: era "sociale", fatta, cioè, per accogliere più persone. Negli esemplari francesi prese il nome di "Banc", un mobile rustico assai massiccio che collocato di fronte al camino da dove non veniva mai spostato nemmeno per i pasti: ad esso si avvicinava il tavolo da pranzo.
La sedia destinata ad ospitare una sola persona era una prerogativa dell'aristocrazia, un modo per differenziarsi dalla massa e sedere a parte, come un trono. Uno dei primi sedili per una sola persona, ha il nome suggestivo di "Faldistorio" (sedia pieghevole, provvista di braccioli ma sprovvista di schienale) e lo si può trovare in uso nelle chiese cattoliche già nel 1100. Derivato dalla "Sella di Plicatilis" longobarda e romana o dalla sedia da campo di origine Araba. La sedia propriamente detta compare in Europa agli inizi del 1400.
Abbiamo progettato un elemento semplice (simile alla panca), ma che possa essere usato da più persone (sociale), solido (come un mobile rustico) ma con fascino (come un trono).
Per adattarlo poi alle esigenze del nostro tempo abbiamo voluto dare al nostro progetto caratteristiche di praticità e maneggevolezza: una sedia in più, richiudibile (come il faldistorio) per adattarsi alle esigenze di spazio, sia in casa che nei luoghi di aggregazione quali bar, sale d’attesa, meeting room, che contemporaneamente possa essere elemento singolo o, unita ad altre, formi una seduta "infinita".
L’unione tra innovazione e “made in Italy” viene raggiunta poi con la scelta di un materiale al 100% italiano: il Chylon. Questo materiale, prodotto dalla Chenna srl (ma sono molte le nostre imprese che realizzano materiali simili) è un amalgama di fibre di legno e materiale termoplastico derivante da plastica riciclata ed a sua volta riciclabile al 100%.

Realizzazione e Caratteristiche tecniche

La seduta è ottenuta per estrusione e stampaggio del materiale composito legno-plastica.
Il montaggio non richiede attrezzi né particolari accorgimenti, è infatti sufficiente inserire le barre in acciaio all'interno degli alloggiamenti predisposti sotto la seduta ed introdurre l'elemento così ottenuto nelle scanalature presenti nella struttura di sostegno.
Ne risulta un progetto 100% made in Italy, maneggevole, con i suoi soli 1,5 Kg di peso, e funzionale grazie alla possibilità di impilare ed affiancare le sedie che si possono da riporre o spostare.
Le sedute sono perfette per gli esterni poiché il materiale con cui sono composte non richiede manutenzione e non è soggetto al deterioramento provocato dagli agenti atmosferici.
La possibilità di riprodurre sia l’aspetto del legno e la sua colorazione tipica, sia tinte di ogni tipo, rende il progetto adatto ad ogni ambiente, sia pubblico che privato, sia elegante che informale permettendo un utilizzo flessibile delle sedie che una volta chiuse restano in piedi da sole.
Le due altezze di seduta, adulto/bambino, il sistema di apertura facile ed intuitivo dei materiali utilizzati la rendono adatta anche agli ambienti domestici.
Completano il progetto l’elemento tavolo e il tavolino per gli aperitivi rendendo NU adatta sia ad eventi temporanei e alle fiere, sia all’uso conviviale tra amici.

Progetti recenti

Villa, Algeri – progetto di interior design
Architettura d'interni Modellazione 3D e Rendering
Kabe – Outdoor Design: schermo divisorio per esterni
Design
Progetto di arredamento per la ristrutturazione di un Bar a Milano
Architettura d'interni Modellazione 3D e Rendering
Egg – Sistema di vasi componibili
Design
Modellazione 3d e Rendering – Esterni
Modellazione 3D e Rendering
Modellazione 3D e Rendering di Esterni
Modellazione 3D e Rendering
Modellazione 3D e Rendering fotorealistico – Bagno
Modellazione 3D e Rendering
Modellazione 3D e Rendering – cucina, soggiorno e bagno padronale
Modellazione 3D e Rendering